Jose' Luis l'hospitalero

Trip Start Jun 04, 2013
1
22
31
Trip End Ongoing


Loading Map
Map your own trip!
Map Options
Show trip route
Hide lines
shadow
Where I stayed
Albergue municipal

Flag of Spain  , Castille and León,
Thursday, June 5, 2014

TOSANTOS - AGES  KM.24,00  PASSI 31.520  ORE 5 E 20 MIN.

La scelta di fermarci a Tosantos ed evitare le tappe piu' famose e' stata azzeccata. L'hospitalero Jose' Luis si rivela come una delle persone che incarnano lo Spirito del Cammino, e' un puro, una persona che distingue i Pellegrini veri dai pellegrini turisti che vogliono correre per arrivare in fretta, dice che durante il cammino si fa non quello che si deve ma quello che si desidera - bello!
- Prepariamo la cena insieme, menu': insalata mista, patatas a la Rjocana (una zuppa di patate peperoni salamino cipolla aglio) come la sera precedente a Granon, ci chiediamo ma gli hospitalero mangiano sempre le stesse cose? Chissa'....
A tavola cerchiamo di dialogare, per quello che possiamo, con pellegrini spagnoli e francesi, alla fine della semplice cena iniziano dei canti tradizionali sul cammino e Jose' fa la parte piu' importante e riesco a registrare anche un video. Jose' ci invita liberamente alla preghiera stile Taize'. Il monmento piu' bello e' stato quando ognuno dei presenti ha letto una preghiera scritta e lasciata li da precedenti pellegrini, ognuno dei presenti leggendo entrava in relazione con la persona che aveva scritto la preghiera. Un bel momento. jose' ha poi raccontato la storia di S. Francesco di Assisi (non pensavo che a qualcuno fosse sconosciuta), quindi lavaggio piatti e a dormire. La notte e' stata un po travagliata: il sottotetto di una casa del '600 era un po' freddino e i materassini praticamente non esistevano, in sostanza non abbiamo dormito gran che'.
Oggi usciamo alle 7,45 dopo i saluti fraterni di Jose' "Buena suerte!" ed entriamo nella nebbia.
Ci aspetta una salita al Convento di San Juan de Ortega, quota 1.140 mt. (finalmente un po' di salita!) dopo un paio d'ore la nebbia sparisce ed esce un bel sole che ci accompagna (e non solo) a destinaizone. Oggi il paesaggio e' cambiato, camminiamo in mezzo a boschi, una volta popolati da lupi e briganti e pericolosi per i pellegrini. Il percorso e' piuttosto noioso ed il pensiero va alla "Meseta" che di certo non sara' il massimo di variazione sul paesaggio. 
Alcuni personaggi incontrati in questi giorni:

1 ragazzo che percorre il cammino con lo skate board
1 gruppo di 4 pellegrini italiani, riusciamo a parlare un po' con uno dei 4, lui di Bologna (PD) uno di Modena (MSI) e due di Bergamo (LEGA), si sono incontrati alla partenza e ci racconta che vanno d'accordo ed arriveranno insieme a Santiago......purche' non si parli di politica!!!
1 coppia di ragazze sordomuta, difficile relazionarsi con loro, ci si saluta con la mano e un sorriso
1 coppia padre e figlio spagnoli, il padre (tipo strano) sembra un frate de "Il nome delle rosa", entrambi calvi, uno barba rossa e l'altro barba bianca. 
1 irlandese che gli e' morta la moglie e ha deciso di percorrere il cammino per ripartire. 
Slideshow Report as Spam

Comments

paolozanotti
paolozanotti on

Qualche risposta:
Luigi e Luisa, quest'anno, come avrete capito, ci sono dei momenti di spiritualita' ma direi che non c'e' ancora nulla che ci spiazza.
Desio, il cappello e' arrivato con la provvindenza (in questo caso si chiama Giovanna) Grazia l'ha ricevuto in regalo.
Paola, cosa abbiamo da fare???? Ma se non abbiamo tempo per fare quasi nulla, dobbiamo camminare, mangiare, fare il bucato, preparare il testo del blog, cercare il punto internet, scrivere il blog, cercare da mangiare per la cena, ti basta???
Grazie a tutti, i commenti sono sempre graditissimi, grazie a Desio che ci tiene aggiornati sulle nostre prestazioni e sulla Macina.
Un gioioso saluto a Giovanna e Alessandra la pazza! Oggi abbiamo proprio sentito la vostra mancanza.

Grace & Henry on

Seguiamo sempre con molto interesse il vostro avventuroso percorso!!!! Vediamo che procede tutto per il meglio!!!! Molto bene....allora buona serata ed un caro saluto ad entrambi!!!

Lilli e gas on

Da lilli a paolo e grazia. Quando la notte lascia il posto al mattino mi devo mettere in cammino ho una meta da guadagnare e per arrivarci devo camminare! Ciao da Lilliana senza gas

alberto70
alberto70 on

Cari Paolo e Grazia, so molto bene cosa significa non avere tempo.
A capi Nord tra caricare, scaricare, guidare, far da mangiare, bloggare, magari dormire, poi ripartire eccc.. non restava il tempo di fare niente. E per voi è lo stesso.

Il blog è molto divertente... ma quanto tempo che serve !

alberto70
alberto70 on

A proposito, seguo il metodo di Desio e vi fornisco un parziale di passi.
Ad oggi sono ben 162.850 molto più di un "pugno di passi" :-)

desio on

La storia di S.Francesco l'ho conosciuta ad Assisi o meglio a Monteluco un eremo in cui si era ritirato a "pregare"con S.Chiara.Bello che ogni tappa fate nuove conoscenze, altrimenti soliti canti,solito hospitalero,solito menù, dormire male e sul duro e. . . . .sempre preghiere.Il passo stà leggermente aumentando siamo 76,8 cm.(per la Grazia saranno 40-42).Alberto sei stato a Capo Nord? Grande viaggio io l'ho fatto in moto nel 2004 (10.000 km in 32 gg.)

Luigi&Luisa on

Un bel quartetto. Nemmeno le larghe intese si potrebbero fare con quelli. Cercheranno almeno di capire il senso del loro cammino!? Un abbraccioq

Ale on

Ammazza che incontri!! Anch'io son lì con voi con lo spirito...figo...esistono ancora persone che non conoscono la storia di s. Francesco. Siete interi?

Add Comment

Use this image in your site

Copy and paste this html: