BUSCANDO RESPUESTAS CON OJOS DEL ALMA

Trip Start Feb 06, 2007
1
22
24
Trip End Ongoing


Loading Map
Map your own trip!
Map Options
Show trip route
Hide lines
shadow

Flag of Bolivia  ,
Sunday, September 16, 2007

La Paz
Domenica 16 settembre 2007

Come equipe del Progetto "Qalauma" partecipiamo ad una interessante iniziativa. Ne è promotore "Taparako", un gruppo giovanile, costituitosi  da  pochi  mesi,  che  si propone di sviluppare  piccole  progettualità  a contenuto sociale.
In questa occasione il gruppo si assume un compito non semplice: sensibilizzare l'opinione pubblica cittadina sul tema "delinquenza". L'argomento di per sè è estremamente delicato e complesso. E, per questi giovani, il parlarne potrebbe essere ancora più difficile. Infatti, per loro, il punto di partenza è un evento drammatico: l'uccisione di un amico, assalito, alcuni mesi fa, da una "pandilla", una banda di strada. Un fatto drammatico, dicevo, reso ancora più doloroso dal fatto che è rimasto impunito.
Il dolore è  ancora  forte, vivo.  E  sarebbe  comprensibile  il  desiderio, urlato, di  giustizia nei termini  di  castigare,  punire,  ricambiare  con il medesimo metro.
Ma il gruppo, in questi  ultimi  mesi,  ha fatto  un  percorso  di  maturazione che, in qualche modo, vuole condividere con la città. Si spinge oltre il tema del castigo per affermare l'importanza di risalire alle radici, di capire le cause, per provare poi a porsi alla ricerca di possibili risposte. Non solo, però, con la ragione, con la testa, con la razionalità. Soprattutto con il cuore, con gli "occhi dell'anima", che permettono di superare i fatti, i delitti, i crimini, per incontare le persone... la singola persona, con tutta la sua storia, con tutto il suo mondo, con tutto il suo mistero.
Così l'iniziativa prende il nome "Buscando respuestas con ojos del alma"... "Cercando risposte con gli occhi dell'anima". Ed è pensata come "feria-concierto". Una parte, la mattinata, riservata a gruppi, organizzazioni, istituzioni, interresate al tema, perchè possano presentarsi ed incontrare gente. Una seconda parte, a partire dal pomeriggio, di concerto musicale, che possa valorizzare questo linguaggio come possibile strumento per aggregare, lanciare messaggi, stimolare la riflessione.
Il luogo dell'evento è estremamente significativo: siamo nella piazza San Pedro, proprio fuori dall'omonimo carcere.
In più, per noi, nasce una cosa molto interessante e importante. Parliamo dell'inziativa con il gruppo di ragazzi di San Pedro con i quali, da qualche mese, stiamo realizzando un laboratorio di serigrafia. I ragazzi rimangono molto colpiti dall'idea centrale dell'evento e scelgono di appoggiarlo realizzando alcune magliette che riproducono il titolo della giornata... aggiungendo il luogo di provenienza... "Penal de San Pedro - La Paz, Bolivia". Le magliette vanno, in parte, come omaggio, ai ragazzi e alle ragazze di "Taparako". La restante parte viene posta in vendita il giorno della feria-concierto.
Un cammino veramente importante!
La giornata, poi, va a fasi un pò alterne.
Risulta, così, debole la "feria": il MLAL, alla fine, è l'unico gruppo presente.
Molto meglio la parte del concerto, con diversi gruppi presenti (tutti gratuitamente).
Forse le aspettative erano un pò più alte... forse ci si attendeva più gente...
Ma un passo importante (da tanti punti di vista) è stato fatto.
Slideshow Report as Spam

Use this image in your site

Copy and paste this html: