Tre giorni di cultura.... culinaria in Malesia

Trip Start Feb 23, 2010
1
11
40
Trip End Nov 29, 2010


Loading Map
Map your own trip!
Map Options
Show trip route
Hide lines
shadow

Flag of Malaysia  , Melaka State,
Monday, March 29, 2010

Vi è mai capitato di leggere su qualche guida di un posto che rappresenta la storia la cultura la memoria di una nazione e poi...e poi è tutto nuovo perfetto come se cinque anni fa i coloni portoghesi avessero venduto tutti gli immobili agli olandesi. Che questi invece di abitarci avessero deciso di affittare ad un Sultano arabo in vacanza sulla costa con il suo yacht....Questa è Malacca colonizzata veramente dai portoghesi e passata attraverso mercanti arabi e olandesi, l'uniche cose autentiche si possono riconoscere dalle foto, la porta del forte "A Famosa" così si chiama, no i burini non centrano loro qui non ci sono venuti neanche in trasferta, e i ruderi della chiesa di San Paolo. Eppure i melaki si sono dannati per ricostruire e restaurare tutto quello che è stato della prima capitale della Malesia. Hanno recuperato tutto il centro storico rendendolo un po' finto ma apprezzabile, sicuramente a misura d'uomo. Così da cultura a cultura abbiamo passato tre giorni ingozzarci di prelibatezze locali con la scusa che tanto avremmo dovuto passeggiare tra le repliche dei monumenti storici per digerire meglio. Naturalmente ostriche e pesce non li abbiamo fatti attendere ma il Baba Laska, di cui descrivere la ricetta non saprei, se non che la base e latte di cocco piccante, è una esperienza trascendentale. Soprattutto se la si fa all'una del pomeriggio, a trentatré gradi all'ombra, che botta, pensavamo di svenire davanti al veliero dei pirati ed invece...Reflexologi Massage. E' un massaggio ai piedi di più o meno un ora una anticipato, in alcuni casi, da un bagno dei piedi in una vasca piena di pesci che per un quarto d'ora fanno delle tue caviglie un banchetto, da provare assolutamente. Questa è Malacca, anche se le premesse sembravano disastrose, bisogna ammettere che è la città che si è fatta più apprezzare, assolutamente turistica ma mai banale. La Chinatown è una via di negozietti e botteghe di artigiani completamente diversa da quella di KL o dalla Bugis Street di Singapore, sempre con il coltello tra i denti per venderti un ciapa ciapa, ma lo fanno con più eleganza consci che loro sono melaki, un po' con la puzza sotto il naso ma assolutamente gentilissimi. Il canale che taglia in due il centro storico non è neanche così maleodorante cosa rara per una città del sud est asiatico. Forse già stufi dello stress di Singapore, Malacca ce la siamo goduta proprio.
Slideshow Report as Spam

Comments

vittoria on

Belle le foto. Come mai non ci sono altri commenti? Buon proseguimento del viaggio. Vittoria

ilsalmone
ilsalmone on

Ciao Vittoria, sono contento che il contenuto di questo blog ti piaccia, i commenti sono affiancati alle singole foto, tu come stai??

Add Comment

Use this image in your site

Copy and paste this html: