Olomouc e le sue fontane,gioiello trovato per caso

Trip Start Mar 29, 2011
1
46
163
Trip End Sep 29, 2011


Loading Map
Map your own trip!
Map Options
Show trip route
Hide lines
shadow
Where I stayed
Parcheggio dell'universita'

Flag of Czech Republic  , Moravia,
Friday, May 13, 2011

Qualcuno ha mai sentito parlare di Olomouc? No, vero? Ma come e' possibile che questo posto meraviglioso sia sconosciuto ai piu' e fuori dalle classiche mete turistiche?
Io l'ho scoperto per puro caso, leggendo un articolo su plein air. Ma la mia guida non lo menzionava e visto che mi restava parecchio fuori mano, avevo quasi deciso di saltarlo. Poi pero', facendo una sortita di un giorno solo in Repubblica Ceca dalla Slovacchia, mi sono deciso, e per fortuna! Olomouc e' uno di quei luoghi per cui si rimane a corto di aggettivi, e anche i superlativi sembrano andargli stretti.
E' cosi' pieno di cose belle da vedere che la giornata che gli ho dedicato e' stata mooolto intensa, e a un certo punto ho dovuto impormi di smettere di scattare foto e dare un ultimo, innamorato sguardo e venirmene via.
Olomouc e' stata capitale della Moravia all'apice dello splendore asburgico e sede ecclesiastica; questo, insieme al picco di opulenza della citta' che e' coinciso con gli anni di maggior creativita' di un grande maestro scultore, ha lasciato disseminati per la citta' manciate di gioielli di tale quantita' e qualita' da non avere eguali, credo, in un centro cosi' piccolo.
Tralascero' di parlare delle venti o piu' chiese, molto diverse tra loro, che ricordano il passato ecclesiastico: quelle che ho visto sono molto belle, ma il vero splendore Olomouc lo raggiunge con le sue otto fontane, con il municipio e soprattutto con la Colonna della Santissima Trinita'. Le fontane sono sparse qua e la' nelle varie piazze del centro cittadino, sette delle quali barocche ( 18 sec.), raffiguranti divinita' classiche come Giove, Venere, Mercurio, Nettuno, poi il Tritone, figure mitologiche come Ercole o il Tritone, e Giulio Cesare, il mitico fondatore della citta'.
L'ottava e' invece una creazione recente, a cui ha lavorato anche un architetto italiano, intitolata a Orione, un musico leggendario salvato dalle acque da un delfino.
l municipio e' uno dei tipici splendidi edifici dell'alto medioevo germanico, imponente e armonico, con una torre dell'orologio composta di svariati quadranti, ognuno dei quali segna L'ora, i minuti, il giorno, il mese, l'anno, il santo del giorno, la fase della luna, e decorata con statuine che rappresentano i mestieri, e da mosaici degli anni '50 con motivi proletari, unica traccia lasciata a olomouc dal regime sovietico.
L'artista che ha firmato gran parte delle fontane, intorno al 1750, sopravvissuto alla peste, decise di erigere una colonna votiva, com'era diventato d'uso ell'epoca delle grandi epidemie e dopo il concilio di Trento. Ma lui volle che la sua colonna non avesse eguali in tutta Europa: alta 35 metri, e decorata con oltre 40 statue, questa struttura e' di una bellezza inarrivabile e conferisce a tutto l'intorno qualcosa di magico, tanto che l'Unesco ha voluto inserirla nella lista dei luoghi Patrimonio dell'Umanita'.
Come ho gia' detto, ho fatto molta fatica a venir via da Olomouc, ma ci sono riuscito perche', a differenza di altri posti, questo e' uno di quelli nei quali sono sicuro che ritornero'.

 
Slideshow Report as Spam

Use this image in your site

Copy and paste this html: