Kotor e il suo fiordo

Trip Start Mar 29, 2011
1
11
163
Trip End Sep 29, 2011


Loading Map
Map your own trip!
Map Options
Show trip route
Hide lines
shadow
Where I stayed
parcheggio

Flag of Montenegro  ,
Thursday, April 7, 2011

Questa mattina ho raggiunto in scooter Kotor, 24 km a nord di Budva. Ieri ci ero passato attraverso ma avevo deciso di visitarla stamattina con calma prima di lasciare il Montenegro. Kotor e' senza dubbio il fiore all'occhiello di questo piccolo stato che e' anche, politicamente parlando, il piu' giovane d'Europa, avendo reciso tutti i legami con la ex jugoslaviaa soltanto col voto d'indipendenza del 2006.\par
La citta' vecchia e' racchiusa da mura ed e' molto simile a Budva, ma la particolarita' di Kotor e' che le mura proseguono, inerpicandosi per la montagna che le fa da sfondo, ad un'altezza elevatissima. Con la mia solita incoscienza, ho scarpinato per quasi un'ora per coprire il dislivello, ma una volta in cima, anche se col fiato corto e le gambe di ghisa, la vista sul fiordo che aggrazia Kotor era davvero spettacolare.
Tornato a livello del mare ho pranzato e visitato il mercato locale, dove una signora infazzolettata mi ha fatto assaggiare del prosciutto dalmata favoloso che ho poi acquistato. Tornato al camper, ho lasciato alle spalle Budva e il Montenegro e verso le sette sono sbucato in Bosnia e Herzegovina. Il confine si trova per lo meno a mille metri s.l.m., e guardando giu' si vede la terra come dalla luna (beh, non esageriamo).
La Bosnia non si e' presentata bene, un benzinaio ha cercato di imbrogliarmi sul prezzo del pieno, ma per fortuna io avevo gia' controllato su internet il cambio con la valuta locale (marco convertibile, KM) e il prezzo medio del carburante. Per il resto, nella luce morbida del tramonto, si e' fatta perdonare nel migliore dei modi: il sole sembrava un caco, "un enigmatico caco fermo tutto novembre sul ramo stecchito" per citare Giuseppe Conte; la riga bianca al centro della strada luciccava come una rotaia e le nuvole parevano zucchero filato alla fragola.
Dopo un assurdo fuoriprogamma, due polizzioti immersi nel buio che mi hanno fermato sventolando una paletta luminosa, per poi farmi ripartire senza nemmeno guardare il passaporto, sono arrivato a Mostar, che visitero' domani.
Slideshow Report as Spam

Use this image in your site

Copy and paste this html: